POCO M4 Pro 5G

A Giugno parlavamo di POCO M3 Pro e a distanza di cinque mesi ecco che POCO presenta il nuovo M4 Pro 5G. Con questo modello POCO cerca di rinnovare la fascia media degli smartphone. Questa è una delle fasce più difficili in quanto di volta in volta sono tanti i brand che propongono un prodotto con caratteristiche leggermente migliori cercando di alzare l’asticella senza però alzare il prezzo. La qualità di POCO è data soprattutto dalle competenze di Xiaomi. POCO deriva da una costola di Xiaomi, ereditandone tante caratteristiche e le qualità costruttive.

Confezione

POCO si contraddistingue per una confezione di colore giallo, così come una delle varianti colore di POCO M4 Pro è la stessa tinta di giallo.

Il contenuto della confezione è il solito. Poco M4 Pro, cavo di alimentazione USB C/ USB, alimentatore veloce da 33W, custodia trasparente e adesivi POCO.

Gli accessori sono lo standard per questo genere di dispositivi. La custodia perde la copertura alla porta USB C dell’M4 Pro, che avevo apprezzato, sembra però presentare una qualità costruttiva maggiore.

Specifiche Tecniche POCO M4 Pro

Disponibile da Novembre, 2021 | Display: 6.6 Pollici | CPU: MediaTek Dimensity 810 5G | RAM: 4/6 GB | Batteria: 5000 mAh | Fotocamera Principale: Doppia 50+8 MP | Fotocamera Selfie: Singola 16 MP | Dimesioni: 163.6x75.8x8.8 mm | Peso: 195g

Vediamo nel dettaglio le specifiche di Xiaomi Poco M4 Pro 5G

🎨 Design del Poco M4 Pro 5G

Design
Dimensioni163.6 x 75.8 x 8.8 mm
Peso195g
ColoriNero, Blu, Giallo
Copertura Display84.8% del pannello

📱 Display del Poco M4 Pro 5G

Display
Dimensioni6.6 Pollici
Risoluzione1080x2400 Pixels
Densità399 ppi
Rapporto20:9
TipologiaIPS LCD

📷 Fotocamere del Poco M4 Pro 5G

Fotocamera
PrincipaleDoppia 50+8 MP
Principale SpecsPDAF
SelfieSingola 16 MP

⚙️ Hardware del Poco M4 Pro 5G

Hardware
CPUMediaTek Dimensity 810 5G
GPUMali-G57 MC2
RAM4, 6 GB
Archiviazione64, 128 GB
EspandibilemicroSDXC
Batteria5000 mAh

📶 Connettività del Poco M4 Pro 5G

Connettività
RetiGSM, HSPA, LTE, 5G, HSDPA, SA/NSA
SIMSIM 2 (Nano-SIM)
SensoriNFC, Infrarossi, Fingerprint
GPSGLONASS, BDS, GALILEO, GPS, A-GPS
Bluetooth5.1
Jack Audio

🥇 Statistiche del Poco M4 Pro 5G

Statistiche

Design

Il design di POCO M4 Pro resta simile a quello di M3 Pro, differenziandosi per poche ma importanti cose.

Il display diventa leggermente più grande di M3 Pro, ma mantiene il DOT display. Appena sopra il display, tra la scocca ed il display, è presente una piccola rientranza per il ricevitore.

Nella parte bassa POCO M4 Pro guadagna il jack cuffie, che nel modello precedente era in alto, la porta USB C e lo speaker. Il design è meno affusolato e più tondo nei due lati finali. Odio il fatto che il foro del jack cuffie non sia centrale rispetto ed in linea con la porta USB C e lo speaker.

Il lato destro presenta il tasto di accensione spegnimento con lettore d’impronta integrato. Il sensore è leggermente sollevato rispetto la cornice, rendendo più semplice la pressione. I tasti volume sono leggermente sopra il tasto.

Lato sinistro completamente privo di tutto se non per il vano SIM.

Il lato superiore presenta lo speaker, il microfono ed il sensore infrarossi.

Posteriormente la versione nera in prova diventa opaca, rispetto all’M3 Pro. Il modulo fotografico di M4 Pro diventa più largo e separa il sensore fotografico principale dal resto delle camere e dei sensori. Il tutto viene incastrato in un rettangolo di colore differente rispetto il resto della scocca.

Display

Il display è un IPS LCD da 6,6″ Full HD+ (2400 x 1080 pixel) 398ppi, la proporzione del display è da 20:9. Il display ha l’ AdaptiveSync a 90 Hz, di default è impostato però a 60 Hz. Il campionamento del tocco è a 240 Hz, così da essere quanto più veloce possibile nella risposta al tocco.

La qualità del display di M4 Pro non si discosta molto da quella del suo predecessore. Infatti i colori e la qualità sono davvero molto simili.

Per il resto il display è poco brillante, colori poco decisi e leggermente scuro, bisogna alzare leggermente la luminosità del display.

Il valore aggiunto del display è il refresh rate, per la qualità generale del display ci manteniamo in quella che è la norma in questa fascia di prezzo.

Fotocamera

M4 Pro ha due fotocamere posteriori, una principale da 50MP f/1.8 ed una secondaria da 8MP f/2.2 ed una camera anteriore da 16MP f/2.45.

Le camere posteriori servono per eseguire foto grandangolari con il sensore principale ed ultra grandangolari con il sensore secondario. C’è anche la possibilità di attivare la modalità 2X per le foto, che non è altro che la camera principale zoomata digitalmente sfruttando il sensore da 50MP, con lo Zoom si può arrivare fino ad un 10X dalle impostazioni.

Le modalità di scatto sono tante e aiutano a migliorare la foto in generale. Presente la modalità ritratto, la modalità notte, la modalità PRO, lo scatto panoramico e la possibilità di attivare o disattivare lo scatto da 50MP.

Gli scatti in generale sono nella media. Mi piacciono quando vengono scattati con la presenza di luce, perché non perdono molto i dettagli e sono poco pastosi. Con il buio e scarsa disponibilità di luce le cose calano vistosamente. Gli scatti sono accettabili e si somigliano un po’ tutti nella fascia di prezzo del POCO M4 Pro.

In basso ti lascio qualche foto di test eseguita.

Audio

In chiamata ci sentono e si sente bene, nessun problema di volume o qualità scarsa.

Quello che mi piace è il ritorno ad una configurazione a due speaker, peccato che quello superiore non sia all’altezza di quello inferiore, principale.

Continuo a lamentarmi di come le case produttrici di smartphone continuino a curare poco l’aspetto audio. Ascoltando la musica l’audio risulta un po’ troppo acuto con pochi bassi e in generale non si fa apprezzare. Non sono una di quelle persone che ascolta audio con l’altoparlante, preferendo un buon paio di cuffie, ma quando capita vorrei un audio curato, in questo caso siamo sotto la media.

Autonomia

La batteria di M4 Pro è da 5000 mAh, resta invariata rispetto all’M3 Pro. Aumenta la capacità di ricarica, il caricatore fornito è da 33W è l’M4 Pro riesce a caricarsi alla massima velocità.

L’utilizzo quotidiano viene coperto tranquillamente da POCO M4 Pro, con un utilizzo medio/intenso mi ha consentito circa 7 ore di schermo con un residuo di carica del 20/25% a fine giornata.

La batteria è molto capiente e ci si riesce a fare anche un paio di giorni con un utilizzo leggero e disattivando il 5G se non necessario. I tempi di ricarica si aggirano all’incirca in un’ora, complice la carica veloce a 33W.

Software

POCO M4 Pro presenta la Android 11, personalizzata dalla MIUI 12.5, ricordiamo che POCO è una costola di Xiaomi. Presenti le app di Google in maniera ufficiale così come la certificazione Widevine L3 per poter vedere Netflix in FullHD.

L’utilizzo quotidiano non mi ha portato problemi o rallentamenti, ma non lo aveva fatto neanche il POCO M3 Pro. Gli unici rallentamenti li ho trovati quando ho iniziato ad aprire molte app insieme o che richiedevano molto risorse. Cose tutto sommato davvero che non vanno ad intaccare l’utilizzo quotidiano.

Non c’è molto da aggiungere in quanto la MIUI presente non ha personalizzazioni o cose particolari rispetto alla versione presente sugli Xiaomi.

Conclusioni

Il confronto di POCO M4 Pro con la versione M3 Pro è d’obbligo. Ci troviamo davanti uno smartphone che ad un prezzo di circa 200€ mantiene quelle che erano gli standard della versione precedente, il 5G difficile da trovare su questa fascia di prezzo, un display soddisfacente ed una batteria che copre l’intera giornata. Su questa versione però le migliorie ci sono e non sono di poco conto. La fotocamera risulta comunque migliorata sia nella qualità generale che nella gestione software dell’elaborazione, il sensore d’impronta è leggermente sollevato migliorando l’impugnatura, le casse altoparlanti ritornano due (anche se con le limitazioni audio di cui sopra), il processore migliora le prestazioni e i consumi e la batteria ha finalmente una ricarica velocissima. Nota da aggiungere è la vibrazione, davvero bella. Ogni pressione di tasto e durante la scrittura è accompagnato da un colpo di vibrazione deciso ma non rumoroso. Mi ha subito sorpreso piacevolmente portandomi ad apprezzare questa funzione.

Dove acquistare

Il sample di prova ci è stato fornito da Goboo, uno store ufficiale Xiaomi che spedisce in Italia in tempi velocissimi e fornendo la garanzia ufficiale del produttore.

Rispetto la versione precedente il prezzo del POCO M4 Pro è aumentato leggermente, forse in maniera non totalmente valida. Fortunatamente per chi è intenzionato all’acquisto Goboo offre sin da subito un forte sconto all’M4 Pro rendendo il prezzo davvero interessante, senza considerare che per i primi 100 che acquistano lo smartphone è previsto anche un Mi Band 6 in omaggio.

Il prezzo di vendita ufficiale è di 229€ per la versione da 4/64 GB e di 249€ per la versione 6/128 GB. Ma come ho detto con Goboo il prezzo diventa altamente appetibile grazie alle sue offerte che partiranno da oggi fino al 14 di Novembre.

Con Goboo i primi 100 ad effettuare il pre-ordine e poi completare l’acquisto riceveranno un Mi Band 6, oltre che un sacchetto riciclabile Goboo.

Il prezzo di vendita del POCO M4 Pro è di:

179€ versione 4 GB RAM – 64 GB ROM
199€ versione 6 GB RAM – 128 GB ROM

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui